Per una qualunque notizia, parere o informazione, su qualunque argomento e su chiunque, la risposta, oggi, è sempre la stessa: INTERNET.

Su questa pagina riporto più o meno quanto è già noto sul mio conto e qualcosa di più sui temi di interesse comune che seguo da vicino.


venerdì 29 gennaio 2010

Il mondo va in bici ..... e noi?

Iniziò a parlare dell'importanza dell'uso della bicicletta per la mobilità del mondo moderno Ivan Illich, famoso antopologo francese che nel suo Energie et Equité del 1973 già faceva un importante Elogio della Bicicletta.
Oggi le iniziative volte all'uso delle due ruote per la mobilità quotidiana sono innumerevoli in tutto il mondo, da Londra a Pechino, in Italia a Torino e Milano ... e da noi?
Un attivissimo gruppo di appassionati, che coordina più di 40 associazioni con il nome di CCiclAT-Coordinamento Ciclabili Abruzzo Teramano, si muove da tempo per ottenere ascolto da parte degli amministratori.
Ad oggi dopo una decina di Convegni ed una dozzina di biciclettate in tutta la provincia con il coinvolgimento delle scuole e delle amministrazioni locali, tante promesse, tanti sorrisi e zero azioni.
La speranza, però, è sempre l'ultima a morire!.
.

martedì 19 gennaio 2010

Un mostro minaccia la Costa dei Trabocchi

Non è un cartone animato ma il progetto di un mostro dal nome Ombrina Mare 2, di proprietà della Medoil Gas, che minaccia uno degli angoli più belli della costa abruzzese tra Punta Cavalluccio e San Vito Chietino, la mervigliosa Costa dei Trabocchi. Si tratta di una enorme piattaforma petrolifera che sarà posizionata a pochi chilometri dalle spiagge. Oltre alla piattaforma principale sono previsti altri 4/6 pozzi in funzione dei risultati minerari ottenuti. La durata del progetto è di 24 anni. Mobilitiamoci per fermarli:
Unisciti al Comitato per scrivere al Ministero. Clikca qui.
.

lunedì 18 gennaio 2010

domenica 17 gennaio 2010

L'Adriatico muore nell'indifferenza dei più

La morte di Balene e Delfini in Adriatico sono percepiti dalla gente comune come un qualcosa di ineliminabile. Un prezzo che dobbiamo pagare punto e basta!
Nessuno capisce, o fa finta di non capire, che 8 Capodogli al Gargano ed un Tursiope a Silvi in meno di un mese sono un prezzo TROPPO ALTO!!!!!
L'Adriatico è piccolo, chiuso e con bassi fondali. La morte dei mammiferi in cima alla catena alimentare sta a significare la lenta agonia di un mare su cui si regge, per chi non crede in un etica di rispetto della natura, anche molto del nostro sistema economico nazionale, regionale e costiero.


Un delfino lungo 3 metri e 20 centimetri è spiaggiato nella tardo pomeriggio di ieri sulla riva di Silvi Marina, nella zona dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano. Il cetaceo presentava una vasta ferita alla testa causata molto probabilmente da una rete lasciata in mare. Sul posto è intervenuta prontamente l’Ufficio Locale Marittimo di Silvi che ha constatato il decesso che risultava essere morto pochi istanti prima. Era un esemplare di Delfino – Tursiope, di sesso femminile, avente lunghezza di oltre 3 metri e 20 centimetri e con un peso stimato di 250 chilogrammi. Lo spiaggiamento dei delfini sulla costa teramana è purtroppo un fenomeno frequente, prevalentemente però durante la bella stagione, quando gli animali cercando zone di corrente calda, si spingono troppo sotto costa.


.